Il regalo di Natale più bello. nona parte. - Forlì Cesena Trasgressiva

Il regalo di Natale più bello. nona parte. - Forlì Cesena Trasgressiva

Sono Monia di Modena.
Andrea e mio padre aiutarono Luca, il mio ragazzo e futuro marito, a mettersi a letto.
Abbracciai e salutai mio padre e feci lo stesso con Andrea.
Chiusi la porta mi tolsi le scarpe col tacco e il vestito.
Rimasi a seno nudo, perizoma nero e autoreggenti, indossai il babydoll che avevo acquistato in un sexy shop qualche settimana prima e mi misi a letto.
Guardai Luca...già russava.
Spensi la luce e mi girai di lato per dormire e pochi minuti nella casa scese il silenzio più assoluto.
Mi addormentai e mi svegliai dopo qualche ora, presi il cellulare per leggere l' ora e puntai la luce verso Luca che russava ancora e non aveva nemmeno cambiato posizione.
Notai solamente che avevo l' icona di whatsapp con le notifiche dei messaggi e pensai che fossero tutti auguri.
Guardai e scoprii che Andrea qualche ora prima mi aveva mandato un messaggio complimentandosi di quanto fossi bella.
In quel momento sentii la porta di Andrea aprirsi e scendere in sala.
Decisi di alzare per vedere se stesse bene e scesi vestiti con il babydoll.
La sala era illuminata solo dalle luci dell' albero di Natale e quando arrivai sentii l'acqua scorrere nel bagno di sotto.
Attesi che uscisse e mi vedesse di fianco all' albero.
"Tutto ok?" dissi sottovoce.
"Sisi, scusami se ti ho svegliata, non volevo".
Andrea indossava solamente un paio di boxer bianchi aderenti e una t shirt aderente bianca con il collo a V... mi sentii sciogliere davanti tanta bellezza.
"Non mi hai svegliata, mi sono svegliata da sola e ti ho sentito scendere."
"Si, dovevo venire in bagno e non volevo fare rumore in quello di sopra per non svegliare nessuno".
"Ti ringrazio per il complimento".
"Hai trovato il messaggio?"
"Si, trovato, letto e già cancellato".
"Bene".
"Vado anche io in bagno... mi aspetti?"
"Va bene".
Andai in bagno e feci pipì nel bidet con l'acqua calda per non dover tirare l'acqua dello sciacquone che avrebbe svegliato tutta casa, presi il sapone intimo, mi lavai e rinfrescai, mi asciugai e uscii dal bagno.
Andrea era seduto in poltrona...

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

LOGIN
REGISTRATI